• Home
  • Domande e risposte
  • Divorzio
  • Gli accordi di divorzio fai da te

Mio marito, da cui sono divorziata, ha smesso di corrispondere l’assegno di mantenimento ...

Assegno di mantenimento - La legge 898/1970 art. 8

DOMANDA: mio marito da cui sono divorziata, ultimamente ha smesso di corrispondere l’assegno relativo al mio mantenimento, di cui invece ho diritto, come il giudice ha dichiarato nella sentenza di divorzio. Ora sono già 4 mesi che nonostante i solleciti fatti dal mio avvocato al suo, non ricevo più nulla, e visto che non lavoro, non ho mai lavorato, avendo dedicato la mia intera vita alla cura della casa e dei figli, non so come fare per avere i soldi che mi sarebbero spettati. Gradirei sapere come potermi muovere. Grazie

RISPOSTA: Con la legge n.898/1970, legge che regola appunto il divorzio, l’art. 8 stabilisce che:

“…..il coniuge cui spetta la corresponsione periodica dell'assegno, dopo la costituzione in mora a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento del coniuge obbligato e inadempiente per un periodo di almeno trenta giorni, può notificare il provvedimento in cui è stabilita la misura dell'assegno ai terzi tenuti a corrispondere periodicamente somme di denaro al coniuge obbligato con l'invito a versargli direttamente le somme dovute, dandone comunicazione al coniuge inadempiente….” .

Il che significa che se il coniuge ha un lavoro o percepisce emolumenti da terzi (stipendio per esempio), è possibile agire direttamente verso i terzi obbligati, al fine di farsi versare le somme di mantenimento che il coniuge obbligato ha deciso arbitrariamente e senza modifche delle condizioni di separazione o divorzio di non versare più.

E’ una procedura rapida e poco costosa che permette di poter tutelare i propri diritti al mantenimento.

  • Visite: 8509

Articoli correlati